Il Primo Riablo Center

21

MARZO, 2017

Training
New technologies

Paolo e Francesco.
Niente paura, non si tratta di una rivisitazione Dantesca in chiave moderna 😉

Paolo, romano DOC, di quelli che tradiscono la propria origine già dalle prime parole pronunciate…testardo, perfezionista e determinato.
Una lunga e consistente esperienza sia tecnica che manageriale in alcune delle più note multinazionali del mercato biomedicale.

Francesco, napoletano trapiantato nella Capitale da più di 20 anni…riflessivo, posato e scrupoloso.
Una carriera nel mondo dell’imprenditoria editoriale e dell’informatica.

2 amici prima ancora di essere 2 soci. Entrambi animati da un costante voglia di mettersi in gioco.

Nel 2016 decidono di mettere a disposizione le proprie competenze e le proprie soft skills per lanciarsi insieme in una nuova avventura imprenditoriale, dare vita ad un centro di riabilitazione all’avanguardia: Physiotech3.0.

3.0, proprio come 3 sono i principi cardine alla base del progetto.

SERIETA’: la filosofia di approccio nel soddisfare le differenti esigenze di ogni paziente e nel trattare ogni patologia nel modo più corretto grazie ad un continuo aggiornamento scientifico e all’utilizzo di apparecchiature di ultima generazione.

AVANGUARDIA: tecnologie innovative per garantire alla struttura competitività e spirito innovativo.

PROFESSIONALITA’: uno staff di fisioterapisti e preparatori atletici con un passato importante come atleti a livello nazionale ed internazionale in diverse discipline sportive, unito al supporto di professionisti riconosciuti a livello nazionale ed internazionale nelle loro specializzazioni.

Corehab è parte fondamentale di questo progetto, Physiotech3.0 può essere definito un RIABLO CENTER a tutti gli effetti…un vero e proprio centro di riferimento per il territorio italiano che mette a disposizione tutta la nostra tecnologia, candidandosi sempre con interesse e spirito critico a testare anche i progetti in fase di sviluppo.

Test funzionali per atleti professionisti e non, come la versione digitalizzata del famoso test FMS (Functional Movement Screen) in grado di individuare deficit e asimmetrie in mobilità e in stabilità, dando una chiara indicazione di rischio di infortunio; o come Back in Action, unico test validato al mondo in grado di fornire un indice di ritorno allo sport dopo la ricostruzione del legamento crociato anteriore.

Ma anche valutazioni di capacità articolare (ROM), di equilibrio e di propriocezione per pazienti ortopedici e neurologici, dai bambini fino agli adulti.

“Physiotech3.0 può essere definito un RIABLO CENTER a tutti gli effetti, un vero e proprio centro di riferimento per il territorio italiano”

Un tool di valutazioni completo per tutti gli utenti che consente di personalizzare in maniera accurata i programmi di allenamento con il biofeedback di Riablo per ristabilire correttamente i pattern motori e migliorare la capacità neuromuscolare.

Physiotech3.0 è molto più di un Riablo center, all’interno di questo centro la tecnologia di Corehab convive con altre strumentazioni all’avanguardia per creare una sinergia atta ad offrire il miglior servizio possibile ai propri clienti.

Come un sistema Antigravity Treadmill in grado di gestire il peso del paziente/atleta, e quindi il carico sugli arti inferiori, alleggerendo il paziente da un minimo del 20% del suo peso corporeo fino ad un 80% con incrementi dell’1%.

Un centro d’eccellenza in ambito fisioterapico e riabilitativo, unito ad un poliambulatorio medico specialistico per visite medico-sportive, ginecologiche, urologiche, cardiologiche, neurochirurgiche, ecografiche, fino a visite ortopediche, per adulti e bambini.

E’ per noi un grande motivo d’orgoglio collaborare con persone competenti e motivate come Paolo, Francesco e il loro staff, un prezioso supporto per la nostra crescita non solo dal punto di vista professionale ma soprattutto da quello umano.

Vuoi aggiornamenti dal blog?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Salite e discese

A Luca non piace raccontare la sua storia. Da quando lo conosco, downhill è l’unica parola che ho sentito riguardo al suo incidente…

leggi tutto

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close